Giappop moda giapponese

GIappop sfilata di moda giapponese
Yuriko Tiger indossa Giappop
Yuriko Tiger indossa Giappop

Sawa Komatsu è una stilista giapponese che lavora a Milano, ed è la fondatrice di Giappop moda giapponese. È un’appassionata di moda, cinema, musica e teatro. Sin da quando era bambina, passava le giornate a leggere i manga  che suo padre teneva nella libreria.

Molti anni dopo, ispirata da questi racconti, decide di disegnare la sua linea di abbigliamento e chiamarla Giappop. Il progetto vuole portare in Europa una linea di abbigliamento urban style,  caratterizzata dall’utilizzo dell’alfabeto katakana e da espressioni onomatopeiche che molto ricorrenti nell’universo manga e negli anime giapponesi.

Il debutto in pubblico

Debutta ufficialmente a febbraio 2020, con la prima sfilata aperta al pubblico, ospite del Festival del Fumetto di Novegro, a Milano. Il tema della sfilata che lancia Sawa è “TOKYO FASHION”, includendo diversi stili tra i quali visual kei, gothic, street style, lolita, con un tocco di tradizionale.

Scopo dell’evento è stato, oltre ad un battesimo ufficiale del marchio Giappop, quello di rappresentare la cultura POP contemporanea di Tokyo nelle varie declinazioni di stili e tendenze.

KJ Girls alla sfilata Giappop
Laura Opsti in stile KJ GIRLS, ispirato alle office lady giapponesi

Il brand Giappop si fa conoscere anche attraverso influencer che ne indossano i capi, apprezzandone non solo il design e lo stile ma anche l’alta qualità dei materiali e la comoda vestibilità.

La collezione spiriti giapponesi

La più intrigante collezione presenta magliette con ispirate al mondo dei mostri e degli spiriti giapponesi. Ecco allora comparire sulle magliette sportive personaggi come un oni giapponese accompagnato dall’onomatopea zyaka zyaka (rappresentazione del suono della musica). Oni è un diavolo del folklore giapponese, a volte descritto come un demonio cattivo e altre come un fantasma spaventoso, o come una divinità da adorare.

Mostri giapponesi sulle magliette GIappop
Magliette con design dalle creature dei racconti folkloristici giapponesi. Giorgia Montagna e Milton Mariani.

Altro personaggio presente nella nuova collezione è un kappa, una creatura leggendaria giapponese della categoria yokai, ovvero uno spirito del folklore e della mitologia giapponese che abita in laghi, fiumi e stagni. In alcune leggende è considerato la divinità dell’acqua. Il suo corpo sembra quello di un bambino,  di colore verde. Spesso si vede un piatto bianco sulla sua testa. Questo piatto deve rimanere sempre bagnato, se si asciuga oppure si rompe, il kappa si indebolisce o addirittura muore.

Greta Fanti, felpa con l’onomatopea doki doki

La linea di felpe invece presenta le onomatopee giapponesi con linee essenziali ed uno stile di impatto adatto a persone attive, curiose, appassionate di cultura ma sportive.

GIappone: Uno stile dai tanti stili

Giappop porta finalmente in Europa la moda giapponese che tante volte abbiamo ammirato nelle sfilate degli stilisti di Harajuku e Shibuya, i quartieri più modaioli di Tokyo o Amemura, il quartiere giovane di Osaka.

Il Giappone in effetti è un serbatoio molto ampio di stili fashion. Solo a Tokyo possiamo vedere vari stili, ognuno rappresentativo del quartiere dove è nato. Si va da Harajuku con i suoi vestiti eccentrici e colori vivaci, portati a fama mondiale da Kyary Pamyu Pamyu, all’alta moda delle boutique di Ginza. Dai cosplay in vendita ad Akihabara, fino alla uniforme da studentessa e a quella da office lady, ovvero l’impiegata d’ufficio, che costituisce la base per le divise delle KJ Girls, artiste del gruppo K-ble Jungle!

E naturalmente la haute couture con nomi che influenzano la moda mondiale, stilisti come Yoji Yamamoto, Kenzo Takada, Rei Kawakubo, Issei Miyake…

Link per conoscere Giappop moda giapponese
DJ Shiru, felpa con caratteri katakana

Sito ufficiale dove comprare i prodotti Giappop
Pagina Facebook Giappop moda giapponese
Instagram Giappop moda giapponese
Giappop recensione

Ideatrice e stilista: Saka Komatsu
Staff Sfilata e servizi fotografici:
Direttore artistico: Silvio Franceschinelli (DJ Shiru)
Assistenti stile: Asuka Kuroda, Yohei Kuroshima
Parrucchieri: Takuto Enomoto, Misaki Kato
Truccatrice: Estefania Avila
Fotografo: Trudi Diotallevi
Colonna sonora: DJ Shiru

Modelli (in ordine di apparizione nella sfilata):
Diliana Shtereva,
Greta Fanti,
Gianluca Militello,
Yang Guk Hong,
Milton Mariani,
Giorgia Montagna,
Lucia Andrea Alcca,
Nicole Zanzottera,
Laura Opsti.

% Commenti (3)

Leave a comment