Lingua giapponese: app per studenti intermedi e avanzati

Studiare col cellulare

Per imparare il giapponese con lo smartphone ci sono molte app, a pagamento e gratuite. Le app intese per gli studenti intermedi e avanzati, cioè chi sta già studiando la lingua da qualche tempo e sa già bene hiragana e katakana, nonché qualche ideogramma, non sono tantissime. Lingua giapponese: app per studenti disponibili sia per Android che per iOS.

Kanji Study

Pro: Intuitiva, Completa anche nella versione base, lingua italiana compresa.
Contro: Non si possono cercare i kanji tracciandoli sullo schermo.

Come avrete capito tratta di un’app per lo studio degli ideogrammi giapponesi. E’ molto completa e ben fatta, con una piacevole grafica minimalista. Come Anki, è un’app “seria” e non è fatta in modo da sembrare un gioco, quindi non ci sono livelli, vite oppure obiettivi da raggiungere.

Si può usare per cercare gli ideogrammi, come fosse un dizionario di kanji, oppure per studiarli, sempre attraverso delle liste. Le liste che troverete sono suddivise per anni scolastici giapponesi, quindi sei gruppi di liste per gli anni delle elementari (sì, sono sei in Giappone) e tre per le medie. I restanti (che non sono molti) sono nel gruppo avanzati.

Nella versione base le liste non le potete creare voi ma potete usare quelle che vi mette a disposizione l’app, che per i principianti sono più che sufficienti. Per darvi un’idea per il JLPT N5, il livello base della certificazione di giapponese, si dovrebbero sapere i primi 100 kanji circa, e il mazzo del primo anno di elementari ne contiene 80. Quindi vedrete che ci metterete un bel po’ a finire tutte le liste base.

Comunque, la vera caratteristica per cui vale la pena scaricare quest’app sono proprio le schede di spiegazione degli ideogrammi, in nessun’altra applicazione sono così complete. L’app vi dà anche la possibilità di esercitarvi nella scrittura. La scheda inoltre vi mostrerà i radicali, tutte le combinazioni in cui potreste trovare l’ideogramma specificando vicino se la parola è di uso comune e a che livello del JLPT appartiene. Alla fine di ogni scheda ci sono anche molte frasi esempio.

Dato che è un’applicazione che punta molto sull’esercizio della scrittura potete esercitarvi anche con hiragana e katakana, a dispetto di quanto farebbe pensare il nome, sia con quiz a riposta multipla che con sfide di scrittura con rilevamento tratti, o se preferite con l’autovalutazione.

E’ un app giapponese che ha molto potenziale per gli studenti intermedi e avanzati. Se vi trovate bene con Kanji Study ve la terrete sul cellulare per anni, perché è molto utile a tutti i livelli.

Kanji Study, app per studenti di lingua giapponese
Kanji Study è utile per rinforzare le capacità di scrittura e lettura degli ideogrammi giapponesi

Takoboto

Pro: Personalizzabile, intuitiva, possibilità di creazione liste.
Contro: Prevalentemente in inglese.

Non è solo un dizionario di giapponese, ci si trova davvero di tutto, dalle forme grammaticali alle frasi idiomatiche. Contiente anche qualche espressione che devia dal giapponese standard, come lo slang. Inizierà ad esservi utile quando studierete non solo da materiali scolastici o testi per studenti, ma anche da materiale che vi procurerete da soli.

Serve prevalentemente come dizionario giapponese-inglese o inglese-giapponese, ma negli anni si stanno via via aggiungendo molte lingue, per ora solo il 15% è stato tradotto in italiano. Takoboto, per essere un semplice dizionario, è comunque moderatamente personalizzabile. La funzione di creare le proprie liste di parole o di aggiungere una parola ai preferiti è molto utile e c’è anche la possibilità di utilizzare le proprie liste come dei mazzi di flashcard per il ripasso. Ci sono anche delle liste di parole “pre-confezionate”. Per fare un esempio, ci sono le liste di vocaboli già divise secondo i livelli del JLPT, sempre molto utile.

Anki dà molta più libertà e permette di creare da zero i propri mazzi, mentre con Takobon ovviamente si è limitati alle parole o espressione contenute nel dizionario. Anki quindi torna utile soprattutto per ripassare la grammatica, o per frasi specifiche e più lunghe che difficilmente si possono trovare in un dizionario.

Se cercate un app-dizionario, che non si limiti alle parole singole, ma comprenda intere espressioni, modi di dire, gergo colloquiale, slang giovanile e anche qualche espressione grammaticale, Takoboto è l’app che fa per voi. Inoltre, si possono aggiungere le proprie note o le proprie frasi esempio, oltre a quelle già presenti sul dizionario.

Lingua giapponese: app Takoboto
Takoboto, un’app utile per la comprensione e la memoria

Japanese conversation

Pro: Efficace, graduale, frasi utili
Contro: Non esiste versione italiana

Questa applicazione si concentra sul parlato e sull’ascolto. Cerca di aiutare chi studia giapponese a comunicare in questa lingua, oltre che a saperla scrivere e leggere. Per usarla infatti è vivamente consigliato sapere già leggere in hiragana e katakana e avere anche una conoscenza a livello intermedio degli ideogrammi. Le lezioni sono moltissime, circa 100 conversazione, e sono tutte comprese nella versione base. Ci sarà solo un po’ di pubblicità non troppo invadente.

Ogni lezione è a sua volta divisa in quattro fasi. La prima è di ascolto e comprensione, vi sentirete tutta la conversazione fino alla fine, con le trascrizioni in giapponese e la traduzione in inglese di ogni frase. Poi, nella seconda fase ripasserete una per una tutte le frasi e avrete modo di riascoltarle e ripeterle usando il microfono; l’app valuterà la vostra pronuncia. La terza fase invece è un test sul dialogo, che usa varie modalità e tipologie di domande e per accedere all’ultima fase dovrete superarlo. Infine, toccherà a voi parlare usando il microfono e ricreare il dialogo iniziale, ma avrete solo la traduzione, non ci sarà scritta la frase in giapponese, per cui ve la dovete ricordare.

Trovo che il metodo sia molto efficace per imparare nuove frasi pratiche e utili ma soprattutto per ricordarsele e far in modo che escano in maniera più naturale quando effettivamente dovrete parlare in giapponese. Questa app quindi fornisce agli studenti di giapponese intermedi e avanzati un ottimo metodo di studio e ripasso.

app per studenti che vogliono migliorare la conversazione
Japanese conversation, utile a chi vuole migliorare nella lingua parlata

Easy Japanese News – TODAI

Pro: Vocaboli divisi per JLPT
Contro: Traduzione italiana poco accurata, articoli limitati

Di applicazioni di questo genere ce ne sono molte in verità, questa della Todai è una delle più funzionali. Sostanzialmente, ci sono degli articoli di giornale semplificati per poter essere letti anche da chi non è madrelingua e c’è anche la possibilità di ascoltare gli articoli letti da un giapponese. La praticità di quest’applicazione sta nel fatto di poter vedere la traduzione delle parole che non sappiamo direttamente cliccandoci sopra, senza dover cambiare app o ricorrere a un dizionario. Inoltre, se state studiando per l’esame JLPT potete evidenziare le parole del livello a cui siete interessati.

E’ molto utile per ampliare il proprio vocabolario e per restare aggiornati su cosa succede in Giappone. L’unico problema di quest’ app è che le traduzioni sono principalmente in lingua inglese, o meglio, si può scegliere di vedere le traduzioni anche in italiano ma non sono molto attendibili. Probabilmente quelle in italiano sono traduzioni di seconda mano dall’inglese e non direttamente dal giapponese, quindi spesso risultano inesatte. Comunque, per usarla bisogna sapere già leggere in giapponese e sapere un po’ di ideogrammi e di grammatica, quindi non è consigliabile per un principiante.

app per studenti intermedi e avanzati, per seguire le notizie giapponesi
Un’app per tenersi aggiornati sulle notizie dal Giappone e studiare la lingua

Le applicazioni sono un modo utile e divertente per imparare il giapponese e ci sono tantissime app per intermedi e avanzati con cui potrete ripassare in ogni momento. Ma è difficile imparare una lingua, soprattutto a parlarla, solamente attraverso dei software. Per avere una conoscenza completa è consigliabile cercare una scuola di lingue vicino a voi dove siete sicuri che ci siano anche insegnanti madrelingua. Se non sapete a chi rivolgervi, l’associazione Ochacaffè fa per voi!

Altre app per lo studio del giapponese:

App e video per principianti di lingua giapponese di Yoshie Nishioka
Le migliori app per studiare giapponese di Elena Santella

Leave a comment