Food Wars: il primo shonen sulla cucina

copertine di tre volumi della serie Food Wars

Food Wars, in originale Shokugeki no Soma, è una serie manga e anime appartenente al filone shonen, ma è unico nel suo genere in quanto è il primo ad avere come tema principale la cucina. Come ci dice il nome ci sono delle vere e proprie battaglie, come ci si aspetta da questo genere di manga, ma sono scontri culinari in cui la posta in palio può essere altissima.

Autori e pubblicazione

Gli autori Yuto Tsukuda (scrittore) e Shun Saeki (disegnatore) si sono fatti aiutare dalla chef Yuki Morisaki per quanto riguarda le ricette proposte nella serie, che ha iniziato a essere pubblicata a novembre del 2012 sulla rivista Weekly Young Jump. Tre anni dopo il manga è diventato anche un anime che conta ben 5 stagioni. Il manga è pubblicato in Italia da Goen, la linea editoriale di RW Edizioni dedicata ai manga e ai manhwa.
La serie ha riscontrato molto successo anche all’estero e per un certo periodo è stata disponibile anche su Netflix Italia.

Trama di Food Wars: il primo shonen

Il protagonista di questo manga è Yukihira Soma, un giovane adolescente che lavora come cuoco insieme al padre nel suo ristorante: una classica ‘osteria’ alla giapponese, senza troppe pretese, e sicuramente senza l’aspetto o il menù di un ristorante di alto livello.

Un giorno il padre di punto in bianco decide di chiudere l’attività, poiché ha accettato un lavoro per il quale dovrà trasferirsi in Europa. Mentre sarà via decide di far frequentare a suo figlio la più prestigiosa accademia culinaria del Giappone: la Totsuki. Soma, riluttante, inizia a frequentare la scuola e si accorge subito che la competizione è spietata. Infatti, solo un ristrettissimo numero di persone riesce a diplomarsi ogni anno.

Una delle caratteristiche uniche di questa scuola è che tutti gli alunni possono sfidarsi mettendo in palio qualsiasi cosa, persino l’espulsione dall’accademia. Da qui il nome Food Wars.

L'anime tratto dal manga Food Wars
L’anime tratto dal manga Food Wars

Punti di forza

Essendo Food Wars il primo shonen sulla cucina, è sicuramente innovativo, portando un po’ di freschezza all’interno del suo genere. Le battaglie e la rivalità dei personaggi ci sono come sempre, ma in una forma mai vista prima, che conquisterà tutti gli amanti della cucina.

Le ricette presenti nella serie, essendo state curate da una vera chef, sono realistiche. I disegni splendidi fanno davvero venire l’acquolina in bocca.

Per quanto riguarda i personaggi le recensioni sono abbastanza concordi nel dire che c’è stata un’ottima caratterizzazione, sia grafica che psicologica. Le personalità carismatiche sono molte e si da grande spazio anche alle donne.

Critiche alla serie

Leggendo sui blog che si occupano di recensioni, anche se i voti sono perlopiù positivi, emergono spesso due critiche principali dal pubblico italiano. La prima è che la serie spesso mette troppo fan-service nelle sue puntate, anche se molte recensioni ammettono che la cosa si ridimensiona nel corso degli episodi.

La seconda è che Soma è un vincitore seriale. Insomma, il fatto che vinca è scontato, bisogna solo capire come, ma può risultare comunque noioso quando l’esito è così prevedibile.

Fonti

Sezione recensioni di AnimeClick riguardo a Food Wars
EveryEye Food Wars – recensione della prima stagione, di Salvatore Cardone
Nerdlog Recensione Shokugeki No Soma, di Imma Verde
Goen Editore italiano della serie Food Wars – il primo shonen sulla cucina
Cucina giapponese

Post Correlati

Leave a comment