My Music Story di Yoshiki su Disney+

My Music Story su Disney+

Nel docu-film My Music Story di Yoshiki, trasmesso sulla piattaforma Disney+ e pubblicato a febbraio del 2021, diretto da Kentaro Takayanagi, Yoshiki mostra al pubblico il “dietro le quinte” del suo straordinario lavoro. Ci rivela come organizza ogni sua esibizione, come arrangia i brani nel suo studio di Los Angeles, cioè casa sua e come istruisce i musicisti collaboratori che devono suonare con lui. Si capisce che è perfezionista in ogni cosa che fa, e in ultimo, come ciliegina sulla torta, concede una lunga intervista della durata di quasi tutto il docu-film. In essa racconta della sua vita, intervallata da scene di prova, foto d’infanzia e clip di repertorio dei concerti con gli X Japan, tutto sapientemente curato nei  minimi dettagli, come solo lui sa fare.

Logo band giapponese X Japan
Logo della band

L’esibizione

Nei brani scelti per l’esibizione Yoshiki viene accompagnato al piano da tre violini, una viola e un violoncello, suonati da capaci musiciste. I pezzi dal vivo e tutti i brani che fungono da colonna sonora non sono scelti a caso, Yoshiki non fa mai nulla “a caso”.

Si comincia con un brano del suo repertorio, River of the light, alla cui voce è stata scelta Ashley Knight, una bionda cantante d’opera, compositrice e performer interdisciplinare. Ashley Knight è molto attiva nelle collaborazioni con altri artisti, una ventiseienne americana della Costa centrale, con la quale Yoshiki si è già esibito nell’edizione 2018 del Coachella con il brano Beloved One.

Classici firmati X-Japan e Disney

Segue il primo dei due arrangiamenti di classici Disney, Can you fell the love tonight, tratto dal film Il Re Leone: tutti conosciamo la storia del leone Simba e di come perde tragicamente il padre. Simba risorge dal dolore per questa scomparsa e diventa re. Una storia che ha molte somiglianze con l’esperienza di vita di Yoshiki, che attraverso l’amore dei fan è riuscito a risorgere.

Non c’è bisogno di descrivere i due brani successivi proposti nel docu-film, sono due pezzi che costituiscono l’identità degli X Japan e due pietre miliari della discografia di Yoshiki: Endless Rain e Without You.

L’esibizione si chiude con la reinterpretazione del brano che ha reso un capolavoro degli ultimi anni il film Frozen, il regno di ghiaccio. Let it go è un brano di completa affermazione e accettazione di ciò che si è, nel caso di Yoshiki “uno dei musicisti e compositori più influenti nella storia giapponese moderna” nomina datagli dal Consequence of Sound, magazine online americano che tratta di musica, un’autorità nel settore.

La colonna sonora di My Music Story di Yoshiki

I brani della colonna sonora sono altri due pezzi storici degli X Japan. Impossibili da dimenticare, Art of Life e Dahlia, sono brani che meriterebbero un approfondimento a sé per ciò che comunicano all’ascoltatore attento..

Il docu-film è perfettamente riuscito nel suo intento, non è lungo come il precedente film We are X ma è altrettanto commovente. Per i fan, un ulteriore approfondimento retrospettivo sulla vita di un Maestro della musica mondiale, per i neofiti la scoperta, in versione breve, di un talento ineguagliabile che ha ancora da dire la sua parola al mondo.

My Music Story di Yoshiki su Disney+ è consigliatissimo per vedere qualcosa di insolito e interessante in TV, diverso dai soliti film e serie TV.

Per vedere il documentario: My Music Story su Disney+

Extra

Da vedere anche, sul suo canale ufficiale Youtube, la sua esibizione, semplicemente magistrale, con orchestra al Carnegie Hall dal titolo “Anniversary”. Un’altra delizia che consigliatissima.

Ode agli X Japan: rock band giapponese – K-ble Jungle (kblejungle.com)
We Are X: Intervista a Yoshiki a cura di B. Bissacco per Ochacaffè
X Japan Articolo tratto dalla rivista Classix Metal N. 9 di Ottobre 2010, pubblicato da Coniglio Editore. A cura di: MICHELE MARRONE

Leave a comment