Gli slang giapponesi moderni

Gli slang giapponesi moderni

Alcuni dei termini slang giapponesi moderni sono usatissimi ma potrebbero risultate incomprensibili a molta della popolazione e in particolare agli stranieri.

Insieme di espressioni che si adoperano (spec. da certe classi o gruppi) in luogo di quelle del linguaggio usuale, a scopo di maggiore espressività, ma non di segretezza (differisce in questo dal gergo).

Enciclopedia Treccani

Quella riportata qui sopra è la definizione del termine slang che può essere trovata nell’enciclopedia Treccani. Da qui possiamo trarre quanto gli slang possano essere importanti per comprendere al meglio tutto ciò che si sente nella vita quotidiana o che viene scritto sui social. Risulta quindi indispensabile conoscere alcuni di questi termini.

Se chatti con i tuoi amici giapponesi o navighi sul web, speicalmente sui social media, potresti avere delle difficoltà a capire i termini slang usati comunemente dai giapponesi. Queste parole non rappresentano un’esclusiva di internet, bensì possono essere trovate anche negli anime e nei manga. Tali termini spesso non vengono insegnati nei corsi di lingua, poiché non vengono considerati come locuzioni del giapponese ufficiale. Cambiano con tale velocità che, anche se venissero stampati su un libro, sarebbero obsoleti entro brevissimo.

Oggi il web ed i social media costituiscono uno strumento molto importante per la società e soprattutto per i giovani e le nuove generazioni. Proprio gli slang e la coesistenza di ben tre sistemi di scrittura, quattro se si considera anche la romanizzazione delle parole, nella lingua giapponese rende difficoltosa la comprensione dei testi che si possono trovare sul web.

Gli 11 termini slang di internet più usati

W (wara) ha il significato di ridere poiché “W” o 笑 rappresenta la forma abbreviata di 笑う (warau) che significa, per l’appunto, ridere. Questo viene usato molto spesso alla fine di una frase. Molte persone aumentano il numero di “w” per indicare quanto stiano ridendo. Vi sono una varietà di altre parole usate allo stesso scopo quali ad esempio: 笑 (wara), 草 (kusa), 草生える (kusahaeru), 藁 (wara), ワロタ (warota), ワロス (warosu) e 爆 (baku).

JK (jeekee) ha il significato di ragazza liceale. Consiste nella forma abbreviata di 女子 高生 (joshikosei). “JK” può anche essere utilizzato come abbreviazione di 常考 (joko) o 常識的に考えて (joshiki teki ni kangaete) che significa “è il buon senso”.

ググる (guguru) che significa Google e viene utilizzato per indicare il cercare qualcosa sul motore di ricerca Google. Questo termine è molto comune e potrebbe anche essere sentito in conversazioni reali. Un altro gergo popolare è “ggrks” o ググれカス (gugurekasu) che significa “cercalo su google, idiota” ed è utilizzato quando qualcuno pone una domanda altamente stupida.

乙 (otsu) significa buon lavoro. 乙 è il gergo testuale più breve di お疲れ様です (otsukare sama desu) che può essere tradotto con “grazie per il tuo duro lavoro”. Il kanji 乙 non ha alcun collegamento con la frase お疲れ様です, ma le persone lo usano comunque poiché la sua pronuncia è simile all’inizio di quella della frase.

888 (pachi-pachi-pachi) con il significato di applauso. La pronuncia del numero 8 in giapponese è はち (hachi) o ぱち (pachi) e l’onomatopea per le mani che battono è  パチパチパチ (pachi-pachi-pachi), rendendo i due suoni identici e di conseguenza sostituibili quando si scrive sul web.

Gli slang giapponesi moderni

orz ha il significato di delusione. La parola “orz” è un ASCII art che rappresenta la forma di una persona che si inchina (la “o” rappresenta la testa, “r” è la mano ed il corpo, mentre la “z” rappresenta le gambe), mostrando un senso di delusione. Non vi è un modo ufficiale di leggere questa parola.

DQN (dokyun) con significato di stupido, idiota. Indica quindi una persona che agisce senza pensare. È indispensabile porre particolare attenzione quando si usa questa parola poiché è considerata come particolarmente offensiva.

飯テロ (meshi tero). Questa parola significa terrore alimentare ed è un gergo di internet molto popolare e conosciuto. Esprime l’atto di caricare le immagini di un pasto appetitoso sui social media, soprattutto a tarda notte.

リア充 (riajIu) ha il significato di persona realizzata nella vita reale. È la forma abbreviata di リアルが充実している (riaru ga jujitsu site iru).

KY (keiwai) viene usato in riferimento ad una persona la quale non riesce a leggere l’umore. Questo termine viene utilizzato anche nelle conversazioni reali e potrebbe essere visto in programmi TV, film e libri.

ディスる (disuru) ha il significato di “insultare qualcuno”. In giapponese, ディス è l’abbreviazione della parola inglese “disrespect” e する indica il verbo “fare”; da qui il significato di insultare qualcuno.

Abbreviazioni

おめ (ome) è l’abbreviazione di おめでとう (omedetou) e possiede il significato di complimenti, congratulazioni.

あり (ari) è l’abbreviazione di ありがとう (arigatou) e significa grazie.

おこ (oko) è l’abbreviazione di 怒る (okoru) e significa arrabbiarsi. Quando viene usato dai giovani, spesso ha un’accezione scherzosa.

りょ (ryo) è l’abbreviazione di 了解です (ryokai desu) che significa OK, Roger e ho capito. Essendo una parola estremamente informale, può essere usata solo con gli amici.

Slang scritti per i social media

Quelli che seguono sono degli slang usati prettamente sui social media. In Giappone, uno dei network più famosi e popolari è Twitter ed è proprio a causa del limite di caratteri imposti da questo media che hanno visto la luce i seguenti slang.

Gli slang giapponesi moderni
I social media contribuiscono al rapido mutamento delle lingue

△ (sankakkei) ha il significato di “Il signor X è fantastico”. Il △ rappresenta 三角形 la cui pronuncia in giapponese è sankakukei. Le persone spesso la contraggono facendola diventare sankakkei. Il suono di san è lo stesso di quello del titolo onorifico giapponese più comune per le altre persone, mentre il suono kakkei è molto simile a かっけー (kakkei) che rappresenta la parola gergale di かっこいい (kakkoii) la quale significa “cool” e viene spesso usata in riferimento a persone di sesso maschile. Questo termine slang viene quindi posto dopo ad un nome.

なう/ナウ (nau) significa “farlo subito, sono lì subito”. Questa espressione giapponese è usata molto comunemente ed ha lo stesso suono della parola inglese “now” indicando, quando viene scritto sui social, che si sta eseguendo quell’azione proprio in quel preciso istante.

オワコン (owakon) deriva dall’abbreviazione di 終わったコンテンツ (Owatta kontentsu) nella quale 終わった (owatta) significa “vecchio, fuori moda” mentre コンテンツ (kontentsu) significa “contenuto”  quale siti web, anime, YouTube, programmi televisivi e film. Da qui il significato di “fuori moda, antiquato, obsoleto” dello slang.

ツィ (tsui) ha il significato di “twittare su Twitter”. Viene usato, per l’appunto, come una forma più breve di ツイッター(tsuittaa) che in giapponese indica proprio il social media Twitter. 

サムネ (samune) significa immagini in miniatura, in quanto derivante dall’espressione サムネイル (samuneiru) che è traducibile come “immagini anteprima”, che viene spesso usata su siti web di condivisione video.

クラスタ (kurasuta). Ha il significato di gruppo divertente. クラスタ deriva dalla parola inglese “cluster”.

ずっ友 (zuttomo) significa “amici per la vita”. È l’abbreviazione di ずっと友達 (zutto tomodachi), espressione nella quale ずっと (zutto) significa “per sempre” e 友達 (tomodachi) significa “amici”. Originariamente veniva utilizzato da gruppi di ragazzine che si scattavano delle foto di gruppo nei プリクラ (purikura), delle cabine fotografiche ancora in voga nel paese del Sol Levante.

炎上 (enjou) significa “fiammeggiante”, ma quando viene usato sui social significa che qualcuno provoca flame sui network oppure è criticato da molte persone.

 バズる (bazuru) significa fare scalpore su internet.

 ラブリツ (raburitsu) significa “metti mi piace e ritwitta” su Twitter. La parola mi piace viene sostituita qui dalla giapponesizzazione del termine inglese love poiché il tasto del mi piace su Twitter ha la forma di un cuore.

リプ (ripu) ha il significato di rispondere in quanto deriva dalla parola inglese “reply”.

拡散希望 (kakusan kibou) significa “si prega di condividere le informazioni”. 拡散 significa “diffondere” e 希望 (kibō) significa “speranza” o “desiderio”.

Termini Slang che utilizzano l’alfabeto

Passiamo ora ad analizzare alcune espressioni slang giapponesi che utilizzano l’alfabeto con il quale noi tutti siamo più familiari.

wktk (wakuteka) ha il significato di molto eccitato. Esso è l’acronimo delle parole onomatopeiche giapponesi ワクワク (wakuwaku) che significa “eccitante” e テカテカ (tekateka) che significa “splendente”. Attenzione a quando viene usato però, perché non è un gergo molto popolare.

gkbr (gakubaru) significa tremare per la paura e, come wktk, è un acronimo delle parole onomatopeiche ガクガク (gakugaku) ​​e ブルブル (buruburu), entrambe le quali descrivono il tremore per la paura. Attenzione però, perché alcune parole usano lo stesso acronimo per indicare “scarafaggio” anche se è più raro.

ksk (kasoku) significa “più veloce!” ed è l’acronimo di 加速 (kasoku) che significa accelera. Solitamente viene utilizzato quando qualcuno desidera che le persone scrivano commenti più velocemente.

kwsk (kuwashiku) è l’acronimo di 詳しく (kuwashiku) ed ha il significato di “spiega i dettagli, per favore”.

ktkr (kita kore) significa “è qui, è successo”.

mjk (majika) ha il significato di “davvero?”. マジ (maji) è un’espressione giovanile giapponese molto popolare che viene usato soprattutto tra i giovani giapponesi e significa “davvero?” o “sul serio”. È probabile che venga utilizzato per esprimere sorpresa piuttosto che una domanda.

ry (ryaku) significa OK o Roger.

おK (oukei) significa OK.

 うp (appu o upu) ha il significato di caricare (qualcosa sul web; fare l’upload).

termini Slang espressi in kanji

Diamo ora uno sguardo a termini slang giapponesi che utilizzano i kanji. Molto spesso gli ideogrammi coinvolti non indicano il vero significato comunemente attribuito loro, bensì vengono scelti poiché il suono è lo stesso.

誰得 (daretoku) significa “chi ne beneficia?” ed è l’abbreviazione di 誰が得するんだよ (dare ga toku suru n da yo)

情弱 (joujaku) sta ad indicare le persone lasciate indietro dalle informazioni su internet ed è l’abbreviazione della corrispettiva frase 情報弱者 (jouhou jakusha).

胸熱 (muneatsu) significa diventare irto di emozioni, abbreviazione di 胸が熱くなる (mune ga atsuku naru).

禿同 (hagedou) ha il significato di forte accordo, nel quale 禿 significa “calvo” e forma un gioco di parole usando lo stesso suono del kanji. Inoltre è l’abbreviazione di 激しく同意 (hageshiku doui).

今北 (imakita) significa “sono qui, ora“. 今来た sarebberi i kanji corretti. 北 (kita) significa “nord” e condivide la stessa pronuncia di 来た (forma passata del verbo venire) e per questa ragione viene usato in sua sostituzione. 

鯖 (saba) significa internet server. Il kanji 鯖 indica il pesce sgombro, ma qui viene usato poiché la lettura del kanji produce un suono simile alla parola inglese server.

termini usati sia sul web che nella vita reale

Vi sono poi tutta una serie di termini che vengono applicati tanto nel web quanto nella vita quotidiana dei giapponesi.

ガチ (gachi) ha il significato di sinceramente.

クソゲー (kusogei) significa gioco stupido.

メシウマ (meshiuma) indica l’essere felici per la sfortuna di un altro. メシ significa “pasto” e ウマ è la forma abbreviata di うまい che significa “essere buono (di gusto)”.

ドヤ顔 (doyagao) significa faccia compiaciuta.

Gli slang giapponesi moderni

チキる (chikiru) significa tirarsi indietro.

それな (sorena) ha il significato di esprimere simpatia per gli altri.

推しメン (oshimen) così come anche 一番 (ichiban) vengono usati per indicare il membro preferito di un gruppo idol.

イケメン (ikemen) significa “di bell’aspetto, un figo”.

Questi sono alcune delle espressioni slang che potresti incontrare durante la tua navigazione sul web o quando chatti con i tuoi amici giapponesi. Naturalmente vi sono molti altri slang nel mondo social e virtuale giapponese, com’è anche vero che i giapponesi hanno un modo del tutto unico per rappresentare le varie faccine nei messaggi (che vengono chiamate 顔文字 ‘kaomoji‘).

FONTI e link

Japanesepod101 per gli slang giapponesi
BondLingo per gli slang di internet
Enciclopedia Treccani per la definizione di slang
Slang coreani moderni di Giada Cecco

Leave a comment