Genesi dei principali kami giapponesi

Kagutsuchi Silvio 4
la divinità giapponese Kagutsuchi  (カグツチ)

Kagutsuchi è tra le più importanti divinità kami dello shintoistmo. A volte viene chiamato anche Hinokagatsuchi, come riportato nel Kojiki (la più antica cronaca esistente in Giappone, anche se impropriamente può essere considerato la Bibbia giapponese) mentre Homusubi-no-Mikoto è il nome menzionato nel Nihon Shoki (successivo al Kojiki). Letteralmente il nome significa brillare, forza, potere. E’ il kami del fuoco e protettore dei fabbri e dei ceramisti. Vediamo in breve la genesi dei principali kami giapponesi.

I kami giapponesi sono delle divinità
La genesi dei principali kami giapponesi

Il Kojiki fu per la prima volta tradotto direttamente dalla lingua giapponese antica nel 1938 dal missionario italiano Mario Marega. Più recentemente invece la traduzione è stata redatta da Paolo Villani, nel 2006.

L’inizio della storia
Il Kojiki, l'antico libro della mitologia e storia del Giappone
Il più antico libro della mitologia e storia del Giappone: il Kojiki

Nel Kojiki si narra che Izanagi e la sua compagna e sorella Izanami crearono tutte le divinità, affidando ad ognuno di loro il suo ruolo. Finché Izanami generando l’ultima divinità (Kagutsuchi) rimase gravemente ustionata e poco dopo scomparve lasciando Takama-ga-hara (la residenza dei kami). Questo è tra gli eventi più importanti e centrali del Kojiki, infatti proprio la malattia e la successiva scomparsa di Izanami diede inizio alla generazione di altri kami, tra cui: Kanayamahiko-no-Kami (la Dea dei Metalli, nata dall’ustione di Izanami) Haniyasu-hiko (il kami della Terra, nato dalle ultimi deiezione di Izanami) mentre l’ultima Kami generata (nata dai liquidi dei reni) fu il kami dell’Acqua Mizuhame-no-Mikoto.

Disperato e arrabbiato per ciò che era accaduto alla sua consorte, Izanagi impugnò la Ame-no-Ohabari (la spada del Cielo) e uccise Kagutsuchi, separando il corpo del kami del fuoco in otto parti da cui nacquero gli 8 principali Yama-no-Kami (i protettori delle montagne).

I kami protettori delle montagne:
  • To-Yamatsumi (nato dalla testa).
  • Masaka-Yamatsumi (nato dal petto).
  • Odo-Yamatsumi (nato dal ventre).
  • Oku-Yamatsumi (nato dell’apparato riproduttivo).
  • Kura-Yamatsumi (nato dalla mano sinistra).
  • Shigi-Yamatsumi (nato dalla mano destra).
  • Ha-Yamatsumi (nato dal piede sinistro).
  • Hara-Yamatsumi (nato dal piede destro).

Mentre altre due importantissime Yama-no-Kami sono Ōyamatsumi, (considerato il fratello maggiore di Amaterasu-ō-mi-Kami) il kami principale che governa tutte le montagne, protettore dei marinari e soldati e sua figlia Konohananosakuya-hime (il kami del Fujisan).

Le divinità drago
  • Iwasaku la divinità drago delle Radici
  • Nesaku l’altra divinità drago delle Radici
  • Iwatsutsunō la divinità  drago della Pietra
  • Mikahayahi la divinità drago della Velocità
  • Hihayahi l’altra divinità drago della Velocità
  • Kuramitsuha la divinità drago delle Tenebre
  • Kuraokami la divinità drago di Pioggia e Neve
  • in ultimo Takemikazuchinō la divinità drago della Spada (viene considerato anche il primo lottatore di Sumō).

Invece dal sangue che cadeva lungo la lama della Ame no Ohabari che separò il corpo di Kagutsuchi, nacquero altri 8 kami, identificati anche come divinità drago, stando ad una interpretazione del Kojiki,  essi sono:

La storia continua

Successivamente Izanagi si recò nel Yomi-No-Kuni nel tentativo di recuperare l’amata. Ma gli inferi avevano contaminato Izanami trasformandola, così sconvolto Izanagi (una volta fuggito dagli inferi) tramite il rito della purificazione generò le tre divinità kami principali.

La primogenita Amaterasu-ō-mi-Kami, il kami femminile del Sole (che nacque dalla purificazione dall’occhio sinistro) il suo secondogenito il kami maschile della Luna Tsukuyomi-no-Mikoto (nato dall’occhio destro) e infine il terzogenito nato dalla purificazione del naso Susanō-no-Mikoto, il Kami delle Tempeste e del Mare.

Un santuario giapponese
i santuari

Alla divinità Kagutsuchi sono stati consacrati diversi jinja (santuari shintō), il più importante dei quali è Atago-jinja situato nei pressi del Atago-yama (chiamato dai giapponesi Atago-san) presso Ukyō-ku, una località appartenente a Kyōto-shi. La figura del kami del fuoco è molto popolare tra i fan di anime e manga, infatti ci sono diversi riferimenti diretti e indiretti, come in Naruto ma anche in Yu-Gi-Oh. Questi kami appaiono anche in diversi videogame.

Post Correlati

% Commenti (3)

[…] teatro spesso sono presenti le rappresentazioni di kami, le divinità giapponesi, che hanno varie forme e […]

[…] per il Kojiki che per il Nihon-Shoki (importanti testi di letteratura giapponesi) Jinmu-Tennō ascese al trono […]

[…] libro Kojiki menziona che i tre principali kami nacquero dal rito cerimoniale di Izanagi, quando purificò sé […]

Leave a comment